Contribuzione

  • Se vuoi ricevere la contribuzione datoriale

    L’iscritto a Fondoposte che fino ad oggi ha contribuito esclusivamente attraverso il conferimento del TFR, può attivare la contribuzione a suo carico, acquisendo il diritto a beneficiare della contribuzione da parte del datore di lavoro.
    Per attivare la contribuzione occorre:

    Fondoposte  provvederà  ad  inviare  il  Modulo  alla Azienda  di  appartenenza ; sarà cura della stessa Azienda - attivate le trattenute contributive - compilare la parte ad essa riservata e restituire il Modulo al Fondo entro 15 giorni dalla relativa ricezione.

    L’attivazione della contribuzione decorre dal primo giorno del mese successivo a quello in cui la domanda è pervenuta al datore di lavoro.

    Per maggiori informazioni sulla contribuzione da parte del lavoratore e del datore di lavoro si consulti la sezione del sito “Quanto contribuire”.
     

  • Se vuoi variare la percentuale contributiva

    La misura di contribuzione carico del lavoratore può essere incrementata o diminuita, mediante scaglioni minimi dello 0,50%.
     Per variare la percentuale contributiva occorre:


    Fondoposte provvederà ad inviare il Modulo al Punto Amministrativo di riferimento dell'aderente.

    La richiesta di variazione dell’aliquota è destinata a produrre effetti dal 1° aprile, 1° luglio, 1° ottobre, 1° gennaio, se effettuata rispettivamente, entro il 15 marzo, il 15 giugno, il 15 settembre ed il 15 dicembre.

    ATTENZIONE: La misura della  contribuzione a tuo carico non può scendere al di sotto della percentuale minima dell’1%.

  • Se vuoi sospendere la contribuzione

    Il lavoratore può sospendere la sua contribuzione a Fondoposte. In caso di sospensione, però, perde il diritto alla contribuzione del datore di lavoro. In ogni caso il TFR continua ad essere versato a Fondoposte.
    È consentito in caso di sospensione della contribuzione riattivarla in qualsiasi momento.

    Per sospendere la contribuzione occorre:

    Fondoposte  provvederà  ad  inviare  il  Modulo  alla Azienda di appartenenza che curerà la compilazione della parte ad essa riservata e restituirà il Modulo al Fondo entro 15 giorni dalla relativa ricezione.

    La sospensione della contribuzione avrà decorrenza dal primo giorno del mese successivo a quello in cui il modulo è pervenuto al datore di lavoro.

  • Se vuoi riattivare la contribuzione dopo averla sospesa

    Nel caso in cui il lavoratore abbia sospeso la sua contribuzione, può in qualsiasi momento riattivarla, riacquisendo il diritto alla contribuzione del datore di lavoro.

    Per riattivare la contribuzione occorre:

    Fondoposte  provvederà  ad  inviare  il  Modulo  alla Azienda di appartenenza che curerà la compilazione della parte ad essa riservata e restituirà il Modulo al Fondo entro 15 giorni dalla relativa ricezione.

    La riattivazione della contribuzione avrà decorrenza dal primo giorno del mese successivo a quello della presentazione del modulo.

  • Se vuoi modificare la scelta per il comparto di investimento

    Trascorso un periodo minimo di permanenza di 12 mesi in un comparto, il lavoratore può richiedere di modificare la linea di investimento.
    La scelta di modificare il comparto può essere effettuata entro due distinte "finestre temporali":

    Le richieste pervenute  entro il 31 marzo avranno effetto a partire dal 30 aprile;
    Le richieste pervenute entro il 30 settembre avranno effetto a partire dal 31 ottobre.

    Per cambiare comparto d’investimento occorre:

    oppure

    • entrare nell’area riservata del sito web www.Fondoposte.it ed effettuare l’operazione online.

    Non è possibile aderire a più di un comparto contemporaneamente. La scelta di una linea di investimento comporta l’uscita dal precedente comparto.

    Per maggiori informazioni sui comparti d’investimento di Fondoposte si consulti la sezione del sito “Gestione Finanziaria”.

  • Se vuoi conferire il TFR residuo

    L'aderente, già occupato alla data del 28/04/1993, che ha scelto in fase di adesione di versare la quota minima di TFR, pari al 36%, può variare tale percentuale elevandola al 100%.
    Per conferire il TFR residuo occorre:

    Fondoposte  provvederà  ad  inviare  il  Modulo  all’Azienda  di  appartenenza  del  lavoratore;  sarà sua cura compilare la parte ad essa riservata e restituire il Modulo al Fondo entro 15 giorni dalla relativa ricezione.

    L’incremento della quota di TFR versata al Fondo avrà decorrenza dal primo giorno del mese successivo a quello in cui il modulo è pervenuto al datore di lavoro

    N.B.: l’incremento della quota di TFR versata al Fondo non può essere successivamente ridotta.

  • Se vuoi effettuare un versamento volontario

    Il lavoratore iscritto a Fondoposte può decidere di effettuare un versamento volontario nei seguenti casi:

    • prosecuzione volontaria dopo il pensionamento
    • prosecuzione volontaria dopo la perdita dei requisiti
    • a seguito di sospensione di lavoro
    • contribuzione volontaria aggiuntiva

    Per effettuare il versamento contributivo occorre:

    • effettuare il versamento tramite bonifico bancario sul  C/Corrente  intestato  a  Fondoposte,  presso  la  Banca  Depositaria  BNP PARIBAS Securities Services  - codice IBAN   IT 34 C 03479 01600 000802069907. Nel  bonifico  va  indicata  la  data  e  l’indicazione  della  Banca  che  lo  ha  disposto  e la  seguente  causale    <<11223344556*CV*codicefiscale*cognome e nome aderente>>.
    • compilare il Modulo  Contribuzione volontaria indicando la causale del contributo ed allegando copia della disposizione di bonifico.
    • inviare a Fondoposte con raccomandata A/R il modulo compilato

     

    L’assegnazione delle quote a seguito del versamento dei contributi volontari avviene l’ultimo giorno del mese di versamento. In ogni caso, i versamenti effettuati con disponibilità e valuta entro il 20 del mese saranno valorizzati con l’assegnazione del valore di quota del mese in cui pervengono.


    Per maggiori informazioni sul versamento di contributi volontari si consulti lo Statuto del Fondo  (art. 8, comma 5 - art, 8, comma 4 - art. 12, comma 2, lett.e) e le Note per il versamento della contribuzione volontaria allegate al Modulo




     

  • Se vuoi comunicare i contributi non dedotti

    Ogni anno, entro il 31 dicembre, è necessario comunicare al Fondo Pensione l’importo dei contributi che sono stati versati nell’anno precedente e non dedotti in sede di dichiarazione dei redditi in quanto eccedenti la quota di deducibilità prevista dalla normativa.

    Per comunicare eventuali contributi non dedotti occorre:

    Attenzione: L’importo da indicare non deve comprendere la quota di contribuzione riferibile al TFR.

    Per maggiori informazioni sulla deduzione dei contributi si consulti il D.Lgs 252/2005 art. 8, comma 4.  

    Se l’iscritto matura il diritto alla prestazione prima del 31 dicembre, la comunicazione deve essere resa alla data della maturazione del diritto stesso.

  • Se vuoi designare o cambiare la designazione dei soggetti beneficiari in caso di morte

    Gli iscritti al Fondo possono designare beneficiari del diritto al riscatto della posizione individuale accumulata in caso di decesso prima della maturazione del diritto alla prestazione pensionistica.  
    Se non risulta designato alcun beneficiario, in caso di decesso dell’aderente precedentemente alla richiesta di riscatto per pensionamento, la posizione verrà riscattata dalle persone individuate dalla legge come eredi dell’aderente.

    Per designare i soggetti beneficiari in caso di morte occorre:

    • compilare il Modulo di designazione beneficiario in caso di premorienza
    • allegare  copia di un documento di identità in corso di validità
    • inviare a Fondoposte con raccomandata A/R il modulo compilato

    Per maggiori informazioni sulla  designazione dei beneficiari e il riscatto per premorienza si consulti l’orientamento Covip del 15 Luglio 2008.

AREA RISERVATA ISCRITTI